Malta: Grand Lodge of Jerusalem collabora la Nascita della Gran Loggia del Mediterraneo

LA VALLETTA – La nascita della Gran Loggia del Mediterraneo: un passo storico verso l’unità massonica

La Grand Lodge of Jerusalem comunica – La Massoneria è da sempre simbolo di unità, saggezza e fratellanza, valori riaffermati con la nascita della Gran Loggia del Mediterraneo (GLM). Questo evento storico segna un nuovo capitolo per le logge massoniche nella regione del Mediterraneo, riunendo fratelli di diverse culture e nazionalità sotto un’unica bandiera.

Dalla nascita agli Statuti

L’idea del GLM è nata dalla necessità di creare una piattaforma comune che permettesse alle logge del Mediterraneo di collaborare più strettamente, scambiare idee e promuovere i principi massonici. Dopo lunghe discussioni e incontri, il sogno è diventato realtà con la firma degli Statuti GLM il 6 aprile 2024 a Malta.

Gli Statuti, che rappresentano la costituzione del nuovo organismo, sono stati redatti con l’obiettivo di garantire equità, trasparenza e un solido quadro di governance. Includono principi fondamentali che guidano le attività del GLM, come la promozione della pace, della cooperazione e dello sviluppo culturale tra i paesi del Mediterraneo. Il GLM si impegna a rispettare le identità culturali, rituali e simboliche di ciascuna loggia affiliata, in conformità con la “Carta Confederativa” e il “Manifesto”.

Il primo incontro a Malta

Il 6 aprile 2024, le tre Grandi Logge fondatrici – la Gran Loggia di Jerusalemme fondata nel 1966 Autonoma Malta (GLJM), la Gran Loggia d’Europa e del Mediterraneo (GLEM) e la Gran Loggia dei Liberi Muratori (GLML) – si sono riunite per la prima riunione ufficiale. riunione del GLM, tenutasi a Malta. Questo incontro è stato un momento di grande importanza, segnando l’inizio operativo del GLM. Durante l’incontro i rappresentanti delle varie logge hanno discusso e approvato le prime iniziative e progetti da intraprendere, ponendo le basi per una proficua e duratura collaborazione.

Il Meeting del 14 settembre 2024, a Roma: la nascita ufficiale

Il 14 settembre 2024 è una data storica per il GLM. In questo giorno si terrà a Roma l’incontro decisivo per la costituzione ufficiale della Gran Loggia del Mediterraneo. L’evento vedrà la partecipazione di numerosi illustri esponenti della comunità massonica, che esprimeranno il loro entusiasmo e sostegno per questa nuova iniziativa.

Durante l’incontro verranno presentati e discussi i progetti futuri del GLM, con particolare attenzione alla promozione dei valori massonici e alla creazione di opportunità di sviluppo per le logge affiliate. La firma degli Statuti sarà un momento solenne che suggellerà l’impegno di tutti i partecipanti per il raggiungimento degli obiettivi comuni.

Verso un futuro luminoso

La nascita della Gran Loggia del Mediterraneo rappresenta un significativo passo avanti per la Massoneria della regione. Con la firma degli Statuti e l’inizio delle attività ufficiali, il GLM si appresta a svolgere un ruolo di primo piano nella promozione della fraternità, della pace e della cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo.

Questo è solo l’inizio di un viaggio promettente e il GLM è determinato a lavorare instancabilmente per costruire un futuro luminoso e prospero per tutte le logge affiliate. La comunità massonica del Mediterraneo ha ora un nuovo faro di speranza e di unità, pronto a guidare i fratelli verso nuovi orizzonti di crescita e di sviluppo.

La creazione della Gran Loggia del Mediterraneo è un evento che sarà ricordato come una pietra miliare nella storia della Massoneria. Con la firma degli Statuti e il sostegno delle logge fondatrici – la Gran Loggia di Jerusalemme Autonoma Malta (GLJM), la Gran Loggia d’Europa e del Mediterraneo (GLEM) e la Gran Loggia dei Liberi Muratori (GLML) – la GLM è pronto a intraprendere il suo viaggio, illuminando il cammino verso un futuro di unità e progresso per tutti i Massoni del Mediterraneo. Ringraziamo i fondatore di questa Cooperazione internazionale sono :Schwentzer Jean Pierre, Francois Furia, Joseph Zammit, Alfio Torrisi, Ivan Colombo, Nando Garozzo.

Ivan Colombo